• foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
  • foto homepage
Nik's Harley-Davidson Pordenone NIK'S HARLEY-DAVIDSON Harley-Davidson

26 - 28 SETTEMBRE 2014: Run a Praga

venerd́ 26 settembre 2014

Torna all'elenco report >
immagine evento

RUN A PRAGA

 

Q​uesta è la ​nostra ​storia, di 18 ​coraggiosi avventurieri​, bikers del Friuli Chapte​r Italy​, che dal 26 al 28 settembre siamo andati alla ricerca del fascino di Praga, la capitale della Repubblica Ceca. La città ci ha affascinati fin da subito, non per nulla dal 1992 il suo centro storico è stato incluso nella lista dei patrimoni dell'umanità dell'Unesco.

​Sono le​ 7:00 del mattino:​ ​l'alba a Pordenone ha accompagnato la nostra partenza in direzione Salisburgo​, purtroppo utilizzando l​e tute da pioggia, tutti tranne uno: il nostro impagabile cicerone Michelangelo! Sembrava viaggiasse come se ci fosse il sole, come se non vedesse l'ora di arrivare. Ci sono volute 12 ore e circa 750 km, e fin dal primo istante abbiamo capito perché il nostro compagno aveva piacere nel guidarci fino a Praga: la pioggia come per incanto non c'era più e ci è apparsa questa immensa città, ricca di storia e di cultura.

La nostra sistemazione era al Grand Majestic Plaza, proprio nel cuore di Praga, a pochi passi dalla piazza della Città Vecchia. Dopo aver sistemato le Harley e scaricato i bagagli, abbiamo cenato in un caratteristico ristorante la cui specialità era la carne alla brace con il camino a vista.

Con la luce del giorno, la “città d'oro”, è diventata ancora più interessante e, grazie a Michelangelo, ci siamo diretti a piedi verso piazza Staré Město, poi verso il quartiere ebraico, lasciandoci trasportare dall'entusiasmo in via Karlova. Allo scoccare dell'ora ci siamo trovati, insieme ad una numerosa folla, davanti alla torre dell'orologio, poi abbiamo proseguito verso Ponte Carlo sulla Moldava, dove il sole illuminava noi e le 30 statue barocche di santi. In lontananza, il Castello Hradcany dall'alto della collina, attirava la nostra attenzione e quindi, per raggiungerlo, abbiamo noleggiato 3 auto vintage scoperte. Il nostro preziosissimo Michelangelo si è dimostrato tale anche per l'ora di pranzo e ci siamo diretti verso U Fleku, altro locale tipico da non perdere. 

​Nel pomeriggio​ ci siamo divisi: ​alcuni sono "partiti" alla ricerca del Concessionario Harley Davidson, altri hanno preferito lasciarsi trasportare da un battello lungo la Moldava.

La cena si e svolta in un'atmosfera antica, al ristorante U tri Rusi (Al Tre rose) ed è stato a fine serata che ci siamo resi conto che il tempo era volato e che il giorno dopo saremo partiti.

​Alle​ 8:30 ​del mattino dopo, puntuali, siamo partiti in direzione Brno. Vicino Bratislava ci siamo fermati per una sosta e abbiamo avuto il piacere di festeggiare la ricorrenza dell'anniversario di matrimonio di Fiore ed Emanuela​, felici ed emozionati per un anniversario molto particolare e probabilmente indimenticabile. Da lì, rotta verso Vienna, poi Graz​, sempre senza alcun intoppo, un viaggio di circa 950 km con il sole ed una temperatura ideale.

​Dodici ore dopo, siamo alle porte di casa; il sole è tramontato ma non è tramontato il nostro spirito allegro e felice di stare in compagnia; infatti, non avevamo ​ancora voglia di concludere salutandoci,

​ma avevamo ​invece voglia di stare insieme​ ancora un po'; l'amicizia aveva fatto sì che il viaggio non fosse stato faticoso ma, anzi, molto piacevole; e così, abbiamo terminato con spritz e risate e senza ​che ce ne accorgessimo era trascorsa un'altra ora.

Una Lady ha detto che il “gruppo aiuta” ed è stato proprio così: per primo un grazie a Michelangelo che si è dimostrato nostro fantastico condottiero​; grazie​ all'allegria e alla simpatia di tutti, a chi ha trasportato un passeggero sulla sua moto perché più comoda, a chi ha organizzato il viaggio, ​e infine ​a chi ha guidato benissimo​ il gruppo per la nostra sicurezza in strada.

 

 

Marika Diral e Egidio Rigoli

 

 

Visitando www.niks-harley-davidson.com, accetti il nostro uso dei cookie Ok